BONUS CASA 2018: novità, conferme, varianti - Angelo Acquafresca
3337
post-template-default,single,single-post,postid-3337,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

BONUS CASA 2018: novità, conferme, varianti

Ottime news!!! per tutti coloro che hanno o stanno per acquistare una casa da ristrutturare e da arredare ma anche belle novità per chi desidera mettere a nuovo il proprio giardino! Approvata la Legge di Bilancio 2018 porta con sé new-entry con il Bonus Verde, ri-conferme per interventi di ristrutturazione e Bonus Mobili e qualche variante per l’Ecobonus che comunque è presente in elenco!

Vediamo quali sono le principali regole del gioco per tutti i proprietari di appartamenti ville desiderosi di intervenire sul proprio immobile appena acquistato o anche da vendere proprio per renderlo ancora più accattivante sul mercato.

Prima di iniziare ci tengo a farvi porre particolare attenzione al metodo di pagamento richiesto dalla Agenzia delle Entrate e da utilizzare nei modi precisi richiesti affinchè vi vengano riconosciute tutte le agevolazioni fiscali a cui avete diritto! Lo sapete che i pagamenti con bonifico richiedono che questo sia un BONIFICO PARLANTE? Non si tratta di un bonifico ordinario bensì di uno strumento di pagamento che richiede l’indicazione di una serie di dati a cura del soggetto che richiede le agevolazioni. Ne ho parlato in un articolo dedicato … se non conosci ancora il Bonifico Parlante e sei intenzionato ad usufruire dei Bonus Casa ti consiglio di dare uno sguardo per capire di cosa si tratta (sarebbe un peccato dopo aver pagato scoprire che l’Agenzia delle Entrate non può riconoscerti i Bonus solo perchè hai usato uno strumento di pagamento sbagliato) –> COSA E’ IL BONIFICO PARLANTE ?

 

NEW-ENTRY CON IL BONUS VERDE

Riguarda le spese sostenute e documentate per interventi di riqualificazione urbana consistenti in sistemazione a verde di balconi, terrazzi, lastrici solari privati o condominiali, installazione impianti di irrigazione, realizzazione pozzi, coperture a verde e giardini pensili. Sarà possibile richiedere la detrazione IRPEF pari al 36% di tali spese su un importo massimo di € 5.000 con detrazione ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo calcolate a partire dall’anno di sostenimento delle spese. Una bella novità non solo per i proprietari di ville ma anche di appartamenti in condominio.

Due particolari a cui fare attenzione:

1) € 5.000 si intendono per ciascuna unità abitativa 2) Per spese sostenute su parti comuni esterne dei condomini la detrazione spetta al singolo condomino nel limite di una quota a lui imputabile solo se effettivamente versata a favore del condominio entro i tempi di presentazione della dichiarazione dei redditi.

 

BONUS MOBILI E RISTRUTTURAZIONI

Entrambi confermati.

Per ottenere il BONUS MOBILI è necessario fruire della detrazione per interventi di ristrutturazione edilizia nella propria abitazione e non di riqualificazione energetica!!! Spese in oggetto: acquisto di nuovi arredi, grandi elettrodomestici in classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), di apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica acquistati in occasione della ristrutturazione dell’abitazione. Le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati sono incluse solo se sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire della detrazione (bonifico parlante, carte di credito o di debito). La detrazione dall’IRPEF confermata per il 2018 è pari al 50% su massimale di spesa di € 10.000, anche in questo caso la detrazione è da ripartire in 10 quote annuali dello stesso importo e per singola unità immobiliare.

Attenzione a non confondersi: sulle ristrutturazioni delle parti comuni nei condomini i singoli condomini usufruiscono pro quota della relativa detrazione e possono detrarre le spese sostenute per acquistare gli arredi delle parti comuni ma non possono detrarre le spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per la propria unità immobiliare.

Prorogato il BONUS RISTRUTTURAZIONI al 31/12/2018 che prevede la possibilità di usufruire della detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia di abitazioni e parti comuni dei condomini. Massimale di spesa fino a € 96.000 per unità immobiliare con detrazione del 50% dall’imposta lorda da suddividere in 10 quote annuali di pari importo.

ECOBONUS … CON QUALCHE VARIANTE!

La detrazione resta al 65% per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di classe A e a biomassa se installati contestualmente a sistemi di termoregolazione evoluti. Inclusi in tal caso anche acquisto e installazione di micro-generatori in sostituzione di impianti esistenti. La detrazione passa al 50% per le spese relative all’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, schermature solari, impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e a biomassa con efficienza almeno pari alla classe A.

Ricordati del METODO DI PAGAMENTO per essere sicuro che l’Agenzia delle Entrate riconosca le detrazioni a cui hai diritto! BONIFICO PARLANTE per ottenere detrazioni fiscali

Angelo ACQUAFRESCA

Titolare agenzia immobiliare Casa&Style – WWW.CASAESTYLE.IT

PER COMPRARE CASA: VILLE – APPARTAMENTI – RESIDENZE D’EPOCA

PER VENDERE CASA: UN METODO EFFICACE CON ANNI DI ESPERIENZA

11 Gennaio 2018 | 17:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA